8 motivi per cui la gente guarda il porno

8 motivi per cui la gente guarda il porno

A volte la visione del porno può diventare eccessiva o problematica (chiamata uso problematico del porno o PPU). La frequenza della visione del porno è associata alle seguenti motivazioni: Riduzione dello stress, piacere sessuale, ed evitare la noia. L'uso problematico del porno è associato a queste motivazioni: Fantasia, piacere, evitare la noia, distrazione emotiva e riduzione dello stress.

Un recente studio esamina le ragioni per cui le persone guardano la pornografia e le potenziali cause della visione problematica della pornografia su Internet (a volte chiamata uso problematico del porno, o anche dipendenza dal porno).

 

Come è stato condotto lo studio

I ricercatori hanno utilizzato tre campioni di partecipanti.

Campione 1: 772; 51% donne; età media di 23 anni (range 18-54 anni); 51% single e 47% in una relazione romantica (solo il 2% sposato); 80% eterosessuale, 17% bisessuale, 2% gay o asessuale; uso settimanale del porno.

Campione 2: 792; 6% donne; età media di 40 anni (19-76 anni); 20% single e 35% in una relazione romantica (44% sposato); 80% eterosessuale, 18% bisessuale, 2% gay o asessuale; 2-3 volte uso settimanale del porno.

Campione 3: 1.082; 50% donne; età media di 24 anni (18-64 anni); 40% single e 54% in una relazione romantica (5% sposato); 82% eterosessuale, 15% bisessuale, 2% gay o asessuale; uso settimanale di porno.

I partecipanti sono stati lasciati liberi di visionare qualsiasi genere di contenuti pornografici, dai fumetti erotici ai video porno amatoriali.

Le misure includevano una scala di nuova costruzione chiamata Pornography Use Motivations Scale (PUMS), composta da otto fattori:

  • Evitare della noia (ad esempio, "Guardo il porno perché voglio passare il tempo quando sono annoiato").
  • Distrazione o soppressione emotiva ("Guardo il porno per sopprimere il mio cattivo umore").
  • Fantasia ("Guardo il porno perché posso essere parte di cose che non posso sperimentare nella vita reale").
  • Mancanza di soddisfazione sessuale ("Guardo il porno perché la mia vita sessuale non è soddisfacente")
  • Auto-esplorazione ("Guardo il porno per conoscere meglio i miei desideri sessuali")
  • Curiosità sessuale ("Guardo il porno per imparare cose nuove")
  • Piacere sessuale ("Guardo il porno perché rende più facile la masturbazione").
  • Riduzione dello stress ("Guardo il porno perché è uno dei modi migliori per alleviare lo stress").

Una seconda scala, la Problematic Pornography Consumption Scale (PPCS), è stata usata per valutare l'uso problematico della pornografia. Essa conteneva sei fattori:

  • Conflitto ("Guardare il porno mi ha impedito di tirare fuori il meglio di me").
  • Modifica dell'umore ("Guardare il porno mi ha liberato dai miei sentimenti negativi").
  • Ricaduta ("Quando ho giurato di non guardare più il porno, ho potuto farlo solo per un breve periodo di tempo").
  • Salienza ("Pianificavo continuamente quando guardare il porno").
  • Tolleranza ("Sentivo che avevo bisogno di sempre più porno per soddisfare i miei bisogni").
  • Ritiro ("Mi agitavo quando non ero in grado di guardare il porno").

 

Il risultato

I risultati riguardanti le motivazioni per l'uso del porno, la frequenza di visione della pornografia, l'uso problematico del porno e le differenze di genere sono riassunti di seguito. Le tre principali motivazioni per la visione del porno erano il piacere sessuale, la curiosità sessuale e la fantasia.

 

Frequenza della visione di pornografia

Il piacere sessuale aveva una relazione moderata con la frequenza di utilizzo del porno, mentre l'evitare la noia e la riduzione dello stress avevano una relazione debole con esso. La curiosità sessuale, la fantasia, la mancanza di soddisfazione sessuale, la distrazione o soppressione emotiva e l'esplorazione di sé non avevano alcuna associazione con la frequenza della visione della pornografia.

 

Uso problematico della pornografia

Il piacere sessuale, la fantasia e la distrazione o soppressione emotiva erano debolmente associati alla visione problematica della pornografia, mentre la riduzione dello stress aveva un'associazione moderata con essa. La curiosità sessuale, la mancanza di soddisfazione sessuale e l'auto-esplorazione non erano collegate all'uso problematico del porno.

 

Uomini e donne

Rispetto alle donne, gli uomini avevano punteggi più alti nell'uso del porno per piacere sessuale, distrazione o soppressione emotiva, riduzione dello stress, fantasia e mancanza di soddisfazione sessuale. Nessuna differenza di genere è stata trovata nella curiosità sessuale e nei motivi di auto-esplorazione.

 

In sintesi, le principali motivazioni per l'uso del porno erano il piacere sessuale (45%), la curiosità sessuale (12%) e la fantasia (10%).